Prima suqadra 2020 21 1

ORTIGARALEFRE-MOLVENOSPOR 05/10/2020

Si attendeva una reazione dopo la pessima prestazione di domenica scorsa contro l’Albiano, e la risposta è stata senz’altro positiva, con una partita di grande sostanza e qualità contro un avversario di altissimo livello, punito forse eccessivamente nel risultato finale, ma che premia l’Ortigaralefre per una gara concentrata e di carattere dove tutti i reparti hanno giocato al meglio.
La sfida inedita contro il Molveno, squadra sempre gravitata in altri gironi e anche in serie superiore, presentava molte insidie, dato che la rosa degli ospiti è ricca di giocatori di spessore e la squadra punta alle zone alte della classifica, ed in effetti l’incontro è stato molto intenso e combattuto con continui rovesciamenti di fronte.
Gli ospiti hanno due seconde punte velocissime e un centrale d’attacco di esperienza come Donini che tengono in costante apprensione la nostra difesa, ma che risponde con applicazione e concentrazione, concedendo nella prima frazione solo un paio di conclusioni dal limite parate senza particolari problemi da Stefani.
Le occasioni migliori le abbiamo noi: due volte con Slanzi che prima devia di poco alto di testa da buona posizione un corner di Maniotti e poi sempre da una mischia in area si trova una palla d’oro spalle alla porta nell’area piccola, ma la sua girata purtroppo non è precisa e la palla finisce alta sulla traversa.
Al 25’ l’Ortigaralefre passa in vantaggio: ottima discesa in fascia di Maniotti che salta due avversari e mette basso in area, dove trova Dobrozi che lavora il pallone spalle alla porta e appoggia al limite per l’accorrente Sebastiano Stefani che di prima intenzione scocca una staffilata che si insacca sul palo opposto.
Prima della fine del tempo abbiamo ancora un paio di occasioni con una punizione dai 30 mt di Caforio deviata con difficoltà in corner da Rigione e un tiro insidioso dal limite di Dobrozi parato a terra.
La ripresa come prevedibile è di tutt’altro tenore perché il Molvenospor si butta in avanti in massa alla ricerca del pareggio e si erge a protagonista il nostro portierone Pit con una serie di interventi straordinari che salvano la nostra porta.
In particolare prima della mezz’ora un vero miracolo su Nicolussi che conclude a colpo sicuro da 5 metri in area riuscendo a bloccare a terra il pallone, e altri due interventi in tuffo su altrettanti diagonali ravvicinati deviando la palla a fil di palo.
I nostri comunque ribattono con ripartenze rapide pericolose e trovano il raddoppio al 75’.
Dobrozi lanciato in velocità lascia sul posto il suo avversario in fascia e si invola verso l’area, mettendo in mezzo un assist perfetto per la deviazione vincente di Lyakh.
Il Molveno non demorde e prova a rientrare in partita, ma la nostra difesa è attenta e anche fortunata e riesce a sventare ogni assalto.
Nel recupero un altro contropiede vede Dalla Torre scattare al limite del fuorigioco ed in azione personale involarsi verso la porta e freddare Rigione per il 3 a 0 definitivo.

formazione:Stefani Federico, Stefani Sebastiano (’77 Baccega), Pinton, Ginammi, Lyakh (83‘ Dalla Torre), Baldi Armando, Baldi Nicola, Slanzi (71’ Osti) , Dobrozi, Maniotti, Caforio (86’ Sandona’).

reti: 25’ Stefani Sebastiano, 75’ Lyakh, 92’ Dalla Torre

Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Puoi cambiare le modalità di utilizzo dei Cookie in ogni momento Maggiori Informazioni